martedì 29 novembre 2016

“MADAMA BUTTERFLY” AL TEATRO OLIMPIA CON LA REGIA DI ROBERTA CECCOTTI e IL CORO LIRICO LA SPEZIA

Sala Culturale CarGià - Promozione Artistica 2016
Sezione - CORO LIRICO LA SPEZIA


Miki Shibahara
COMUNICATO STAMPA A CURA DI EZIA DI CAPUA
“Madama Butterfly” ’opera in tre atti di Giacomo Puccini su libretto di  Giuseppe Giocosa e Luigi Illica, tragedia che narra della giovane e splendida giapponese Cio Cio San, sposata e abbandonata con un figlio dall’americano Pinkerton, andrà in scena sul palcoscenico del Teatro Olimpia di Vecchiano di Pisa, sabato 3 dicembre alle ore 21.
La direzione del M°Cristiano Manzoni e la regia firmata da Roberta Ceccotti assicurano un’interpretazione rigorosa e di grande impatto, mentre il cast porta in scena una qualità espressiva e un' intensità teatrale di primo livello. Punta di diamante, la Cio Cio San di Miki Shibahara,  interprete di spiccato dinamismo vocale e forte presenza scenica, più volte nei panni dello stesso ruolo ha riscosso sempre grande successo sia in Italia che all’estero.
Attorno alla protagonista ruotano altri personaggi, funzionali allo svolgimento della trama: 
Il tenore Maurizio Marchini è Pinkerton, ruolo che gli è valso riconoscimenti in tutti i maggiori teatri d’opera.
Fanno inoltre parte del cast il baritono Franco Rossi (Sharpless), il mezzosoprano Maria Bruno (Suzuki), il tenore Kentaro Kitaya (Goro), il baritono Yuri Romoli (Yamadori), il basso Giorgio Ristori (lo zio Bonzo), il baritono  Luciano Gambini (il commissario imperiale),  il baritono Stefano Marin (Yakusidé), Marianna Giulio (Kate Pinkerton) Alice Gozzi (la mamma di Cio-Cio-San), Sabrina Maggiani (la cugina) e Ester Impinna (la zia), Diego Donofrio (Dolore). 
L’Ensemble Orfeo InScena, sarà capace di creare il giusto equilibrio tra evidenza espressiva e delicatezza di suoni del ricco e complesso linguaggio musicale di Puccini.
Considerata tra le opere più significative di Giacomo Puccini per il modo in cui coglie  alcuni aspetti della società piccolo borghese dell'epoca, bene sarà interpretata anche dalle scenografie Marina Meoni
L'atmosfera esotica rimanda alla moda del tempo e, assai bene sarà espressa anche attraverso i costumi di Rachele Ceccotti.
Preparato dal M°Kentaro Kitaya, il Coro Lirico La Spezia, applaudito nelle nove produzioni d’opera messe in scena dal 2012 ad oggi, darà il meglio di sè nel  celebre brano “coro a bocca chiusa” e sarà sfondo e protagonista piacevolissimo nel primo atto.
Il Coro Lirico La Spezia andrà in scena con il seguente organico:
Soprano:  Alessandra Candido, Ezia Di Capua, Monica Faretra, Gay Veneri, Valentina Marconi, Gabriella Accardo, Lia Formentini, Elisa Sebastiani, Marina Cattaneo, Ester Impinna, Giuliana Romeo.
Mezzo Soprano: Roberta Lodola, Laila Ciardelli, Federica Cecchi, Luana Cossa, Katia Murtas
Contralto: Sandra Picasso, Alice Gozzi, Alessandra Talese,  Sabrina Paluzzi, Sabrina Maggiani, Luminita Neagu .
Tenore: Gianni Tridente, Salvatore Lauria, Renato Bruschi, Federico Favilli,  
BaritonoGennaro De Luca, Claudio Cardinali, Domenico Alfieri,  Roberto Moncini, Stefano Marin, Cristian Mezzani
Basso: Alessandro Caroppo, Francesco Menghini, Palo Tonelli, Vincenzo Di Meo.

Immagini di scena, biografie degli artisti, e quanto utile alla promozione  dell’ Opera è pubblicato 
nel Blog di Sala CarGià: http://salacargia.blogspot.it.
Per Info: 050/859628 – 050/859640

Ezia Di Capua – Curatore Coro Lirico La Spezia

TRAMA
Sbarcato a Nagasaki, all'inizio del XX secolo, Pinkerton (tenore), ufficiale della marina degli Stati Uniti, per vanità e spirito d'avventura si unisce in matrimonio, secondo le usanze locali, con una geisha quindicenne di nome Ciò Ciò San, (giapponese: Chōchō-san), termine giapponese che significa Madama (San) Farfalla ( Chō?), in inglese Butterfly, acquisendo così il diritto di ripudiare la moglie anche dopo un mese; così infatti avviene, e Pinkerton ritorna in patria abbandonando la giovanissima sposa. Ma questa, forte di un amore ardente e tenace, pur struggendosi nella lunga attesa accanto al bimbo nato da quelle nozze, continua a ripetere a tutti la sua incrollabile fiducia nel ritorno dell'amato.
Pinkerton infatti ritorna dopo tre anni, ma non da solo: accompagnato da una giovane donna, da lui sposata regolarmente negli Stati Uniti, è venuto a prendersi il bambino, della cui esistenza è stato messo al corrente dal console Sharpless (baritono), per portarlo con sé in patria ed educarlo secondo gli usi occidentali. Soltanto di fronte all'evidenza dei fatti Butterfly comprende: la sua grande illusione, la felicità sognata accanto all'uomo amato, è svanita del tutto. Decide quindi di scomparire dalla scena del mondo, in silenzio, senza clamore; dopo aver bendato il figlio, dietro un paravento, nella struggente e drammatica scena finale, Ciò-Ciò-San si colpisce al collo (secondo l'usanza giapponese denominata jigai) con un coltello tantō pervenutole in eredità dal padre e con il quale lo stesso aveva commesso seppuku. Pinkerton chiama Butterfly e si precipita nella stanza e trova Butterfly, morta, mentre il bambino, bendato, gioca con una bambola e una bandierina americana, ignaro, mentre il sipario scende.

TI POTREBBE INTERESSARE
clicca sul link per leggere
M°CRISTIANO MANZONI: http://salacargia.blogspot.it/2016/11/cristiano-manzoni-pianista-e-m_26.html
ROBERTA CECCOTTI :http://salacargia.blogspot.it/2016/11/roberta-ceccotti-regista-dellopera.html

domenica 27 novembre 2016

ROBERTA CECCOTTI REGISTA DELL’OPERA “MADAMA BUTTERFLY” TEATRO OLIMPIA DI VECCHIANO - PISA 3 dicembre ore 21

Sala Culturale CarGià - Promozione Artistica 2016
Sezione - CORO LIRICO LA SPEZIA


ROBERTA CECCOTTI
Roberta Ceccotti, cantante registro vocale soprano e regista, ha conseguito il diploma di canto nel 2002 sotto la guida del soprano Maria Billeri.
Attorialmente si è formata prevalentemente nell’ambito del teatro di ricerca frequentando, dal 1997 a ‘99 un corso  per la formazione dell'attore presso la Fondazione Pontedera Teatro. Ha frequentato i corsi di Orvieto SpazioMusica nella classe di regia lirica e i corsi di OperaWorkshop sul Don Gio­vanni e La finta giardiniera di Mozart tenuti dal M° Claudio Desderi presso la Scuola di Musica di Fiesole. Ha frequentato l’Accademia di Alto perfezionamento per Cantanti Lirici di Torre del lago. Ha partecipato ad un corso di formazione sulla musica barocca presso il Maggio Musicale Fiorentino.
Ha approfondito le tecniche della commedia dell'arte seguendo un corso organizzato da Venezia Inscena. Nel 2001 ha partecipato al corso di formazione professionale "Palcoscenico Lirico ", svolto dal gruppo di arti sceniche ARS NOVA di Livorno, sia come cantante che come regista, tenuto da insegnanti quali Daniele Abbado, Marisa Fabbri, Boris Stetka, Aldo Tarabella ed altri.
Ha collaborato come assistente alla regia con Stefano Vizioli, Massimo Scaglione, Massimo Masini.
E’ stata tra i fondatori del gruppo teatrale Bubamara col quale ha intrapreso un lavoro di ricerca sul recitar cantando ed ha partecipato, in qualità di attrice-cantante, a rassegne e festival in tutta Europa. 
In qualità di regista ha al suo attivo le seguenti opere: La Serva Padrona di G. B. Pergolesi, Ba-stiano e Bastiana di W. A. Mozart; Il Segreto di Susanna di E. Wolf-Ferrari, Il Telefono e Amelia al ballo di G. Menotti, l'Histoire du Soldat di I. Stravinkij, Falstaff di G. Verdi, L'Elisir d'amore di G. Donizetti, Il Barbiere di Siviglia di G. Rossini, Pagliacci di R. Leoncavallo, Tosca, Suor Angelica e Il Tabarro di G. Puccini.
 E’ presidente e direttore artistico di Orfeo InScena, associazione che promuove la cultura musicale attraverso la produzione di opere liriche e rassegne concertistiche in Toscana.
Dal 2015 è inoltre direttore artistico del Teatro Odeon di Ponsacco.
Si a laureata in Lettere Moderne presso l'Università di Pisa con una tesi in storia della Musica.
Da alcuni anni predilige l’attività di cantante.Svolge intensa attività concertistica in Italia e all’estero. Ha al suo attivo numerosi ruoli nelle principali opere del repertorio. E’ stata diretta da registi quali Daniele Abbado, Boris Stetka, Paolo Miccichè, Francesco Torrigiani, Aldo Tarabella, Marisa Fabbri e da direttori come Fabio Maestri, Roberto Gianola, Carlo Moreno Volpini ecc.


Ezia Di Capua - Curatore Associazione Coro Lirico La Spezia 

"MADAMA BUTTERFLY" AL TEATRO OLIMPIA DI VECCHIANO PISA: I CURRICULA DEL CAST STELLARE

Sala Culturale CarGià - Promozione Artistica 2016
Sezione - CORO LIRICO LA SPEZIA
Madama Butterfly di G. Puccini
libretto di Giuseppe Giacosa e Luigi Illica opera in tre atti.
TEATRO OLIMPIA - VECCHIANO PISA
Cinema Teatro Olimpia Vecchiano Via G.B.Barsuglia 168 
SABATO 3 DICEMBRE ORE 21


·                         Madama Butterfly / Cio-Cio-San Miki Shibahara
·                         Pinkerton, Maurizio Marchini
·                         Suzuki, Maria Bruno
·                         Sharpless, Franco Rossi
·                         Goro, Kentaro Kitaya
·                         Lo zio Bonzo, Giorgio Ristori
·                         Il Principe Yamadori Yuri Romoli
·                         Kate Pinkerton Marianna Giulio
·                         Il commissario imperiale Luciano Gambini
·                         Lo zio Yakusidé Stefano Marin
·                         La zia Ester Impinna
·                         La cugina Sabrina Maggiani
·                         La mamma Alice Gozzi
·                         Dolore Diego Donofrio 
Coro Lirico La Spezia diretto dal M° Kentaro Kitaya
Regia: Roberta Ceccotti
Ensemble Orfeo InScena
Pianista e concertatore M° Cristiano Manzoni
TI POTREBBE INTERESSARE
clicca sul link per leggere
M° CRISTIANO MANZONI: http://salacargia.blogspot.it/2016/11/cristiano-manzoni-pianista-e-m_26.html
MADAMA BUTTERFLY -TRAMA E PERSONAGGIhttp://salacargia.blogspot.it/2016/11/il-coro-lirico-la-spezia-al-teatro.html
ROBERTA CECCOTTIhttp://salacargia.blogspot.it/2016/11/roberta-ceccotti-regista-dellopera.html
COMUNICATO STAMPAhttp://salacargia.blogspot.it/2016/11/madama-butterfly-al-teatro-olimpia-con.html
***   ***   ***
IL CAST STELLARE - TUTTI I CURRICULA
MIKI SHIBAHARA, soprano interpreterà Madama Butterfly / Cio-Cio-San 

MIKI SHIBAHARA
Miki Shibahara, Soprano Lirico
LAUREATA PRESSO OSAKA COLLEGE OF MUSIC E PROSEGUITO IL MASTER
Corso di specializzazione del Canto Lirico e Opera Italiana in particolare Verdiana e Pucciniana. Master Class con Fiorenza Cossotto.
PERFEZIONAMENTO DELLO STUDIO
Studio della tecnica vocale con C.Manzoni e L.Roberti.
Esperienza:
OPERA
Aida nell’Opera “Aida” di Verdi, Violetta nell’Opera “La Traviata di Verdi,
Martha nell’Opera “Der Evangeliman di Kienzl, Die Konigin der Erdgeister
nell’Opera “Marschner” di Heiling.
Bastienne nell’Opera “Bastien und Bastienne” di Mozart, Cugina di Ciocio-san
nell’Opera Madama Butterfly” di Puccini con la straordinaria participazione di
Rolando Panerai nel ruolo di Sharpless, Annina nell’Opera “La Traviata” di
Verdi (Opera Festival di Firenze), Nella nell’Opera “Gianni Schicchi” di Puccini
con la straordinaria partecipazione di Rolando Panerai nel ruolo di Gianni
Schicchi, Magda nell’Opera “La Rondine” di Puccini. Tosca nell’Opera “Tosca” di
Puccini.
Ciocio-san nell’Opera “Madama Butterfly” di Puccini. (dal 2013 ad ora sono 53
recite) a Firenze, Lucca in Italia e Mullheim in Svizzera.
DIREZIONE CORALE E INSEGNAMENTO DELLA TECNICA VOCALE dal 2008 al 2010 direttore della corale Masini Firenze
                                         ***   ***   ***
MAURIZIO MARCHINI interpreterà  PINKERTON
MAURIZIO MARCHINI
Maurizio Marchini, nato a Rimini nel 1974 ha iniziato i suoi studi musicali nel 1981 presso la scuola “Lettimi” e nel 1983 è entrato a far parte della banda musicale della città di Rimini come trombettista. Nel 2007 ha completato gli studi universitari di canto e discipline musicali al conservatorio L. Cherubini di Firenze sotto la guida del soprano Marta Taddei e del professor Piero Gargiulo, proponendo alla commissione una tesi di laurea “mista” (canto e discussione teorica), dal titolo: “Il linguaggio melodico nel duetto d’amore del primo quadro di Bohème”.
Ha inaugurato la sua carriera lirica nel 2004 con il Coro Lirico Marchigiano V. Bellini di Macerata e ha collaborato più volte con il Coro del Maggio Fiorentino in diverse rappresentazioni tra cui Aida, Don Carlo e Carmina Burana.
Dal 2006 ad oggi si esibisce regolarmente nelle stagioni concertistico –operistiche dell’associazione musicale “Opera at St. Mark’s” a Firenze. Attualmente collabora come libero professionista con numerosi teatri e associazioni artistiche italiane e internazionali, tra cui Brooklyn Theater a Pretoria (Sudafrica), teatro Modelhof in Svizzera, Teatro della Pergola a Firenze, OPA Pisa.

Ruoli lirici in repertorio: Rodolfo (La Bohème), Alfredo, Gastone (La Traviata), Don Josè (Carmen), Don Ottavio (Don Giovanni), Tamino (Flauto Magico), don Basilio (Nozze di Figaro), Duca di Mantova, Borsa (Rigoletto), Pinkerton, Goro (Madama Butterfly), Arturo, Normanno (Lucia di Lammermoor), Nemorino (l’Elisir d’Amore); Cavaradossi, Spoletta (Tosca).
                                        ***   ***   ***
MARIA BRUNO, interpreterà SUZUKI
MARIA BRUNO
Maria Bruno Laureata in Canto Lirico si è perfezionata con il Mezzosoprano Fedora Barbieri, Gabriella Ravazzi, Graziano Polidori, Lino Puglisi, Leo Nucci. Si definisce una cantante eclettica, il suo repertorio spazia dal 1500, fino ai nostri giorni toccando tutti i generi musicali dall'aria da camera alla musica Sacra, dall'opera lirica all'operetta, dal musical alle canzoni tratti da famosi films, fino alla musica Contemporanea. Svolge un’intensa attività concertistica e operistica sia in Italia che all’estero esibendosi in svariati teatri ed auditorium. Ha debuttando, in vari teatri sia italiani che esteri, nelle seguenti opere BARBIERE DI SIVIGLIA - RIGOLETTO - MADAMA BUTTERFLY - CAVALLERIA RUSTICANA - ARIANNA IN NASSO - CAMPANELLO - LE CONVENIENZE TEATRALI - L'AMICO FRITZ - LA RITA- LE NOZZE DI FIGARO - IL FILOSOFO DI CAMPAGNA - SUOR ANGELICA – IL GALLO ROSSO (opera contemporanea di Cecchi-Cresti).
Ha collaborato per diverse Associazioni Musicali Nazionali quali Ha collaborato per diverse Associazioni Musicali Nazionali quali: “Amici della Musica”, “Gioventù Musicale d’Italia”, associazione Concertistica Romana ed altre associazioni quali “Saga Musicale Lucchese”, “Associazione Musicale G. Rossini” (Carrara), “Lirica nel tempo”, “Associazione La Soffitta” (PI), Stagione concertistica Teatro del Giglio (LU), Opera Barga (Lu) ed altre ottenendo giudizi positivi dalla critica giornalistica per “.....buon gusto e presenza scenica”.Nel 1990 in collaborazione con la pianista Loredana Bruno e la musicologa Mariolina Marino, inizia una serie di Recitals in Sicilia (Scicli, Ispica, Modica, Vittoria) eseguendo arie da camera e d’opera del compositore Modicano Pietro Floridia (1860-1932) il quale ha avuto molto successo in America. La Tourné di Recital che ha ottenuto lusinghieri consensi dal pubblico e dalla critica, si è conclusa a New York con un Symposium per ricordare il musicista. La valorizzazione del Musicista Pietro Floridia è stata ripresa nel 2014, attraverso incontri e Recital, da Maria Bruno insieme a Loredana Bruno attraverso l’Associazione Brunier ed il Musicologo Renzo Cresti. Nel 1993, ha eseguito, tramite l’Associazione Concertistica Romana, una serie di Recitals in Argentina cantando nei teatri di Buenos Aires, Plata, Moron, Mendoza. Il 16 Gennaio 1995 è risultata vincitrice del “V Concorso Nazionale Città di Camaiore” Accademia delle Muse - Presidente della Giuria Rolando Panerai. Il 2 Agosto 1995 è risultata vincitrice per il concerto “Accademia Leo Nucci”.Ha eseguito svariati concerti di musica Sacra per canto e pianoforte o organo, eseguendo con l’orchestra : MISSA SANCTI NICOLAI (F. J. Hajdn), GLORIA (A. Vivaldi) STABAT MATER e DE PROFUNDIS (G. C. Clari), SANTA CHIARA ORATORIO (Emilio Maggini) STABAT MATER (G. B. Pergolesi), STABAT MATER di A. Vivaldi, STABAT MATER di Piero Nissim. Dal 1993 in diversi teatri ed auditorium della Toscana e fuori Regione ha interpretato ruoli tratti dalle famose operette come: La Vedova Allegra – Anna Glavary ; Principessa dalle Czarda - Principessina Stasi ; La duchessa del Bal Tabarin – Frou Frou; Al Cavallino Bianco – Gioseffa; L’Acqua Cheta – Anita; ed altri, su sceneggiatura e regia di Loredana Bruno. Dal 2000 è presidente dell'Associazione Artistico Culturale “Laboratorio Brunier” producendo Opere Liriche, Operette, recital, Intrattenimenti Musicali per ogni tipo di evento. Sempre dal 2000 nei locali della sede dell’associazione Svolge i Laboratori di Canto, dirigendo la Vocalist “Un Sorriso per…” All'attività artistica ha sempre affiancato l'attività didattica educativa insegnando canto Lirico e Moderno. Dal 2006 è docente di canto presso il Liceo Musicale-Coreutico. I.S.A. “A. Passaglia di Lucca

                                            ***   ***   ***
FRANCO ROSSI, Baritono interpreterà SHARPLESS                 
FRANCO ROSSI
Franco Rossi, baritono fiorentino, ha iniziato lo studio del canto con il M° Rinaldo Rola, successivamente con Carlo Meliciani ed attualmente si perfeziona sotto la guida del Maestro Cristiano Manzoni a Firenze.
Il suo debutto risale al 1994 nel Musical “Il Giadino delle Muse” nel ruolo del pittore, al teatro “Verdi” ed al teatro “Puccini” di Firenze.
Nel 1996 partecipa al corso di formazione dedicato al canto lirico, nell’ambito del “Progetto giovani – Enrico Caruso” sotto la direzione artistica del M° Rolando Panerai, debuttando così  nell’ “Elisir d’Amore” di Donizetti (Belcore), “Il Barbiere di Siviglia” di Rossini (Figaro), “La Traviata” di Verdi (Germont), “Madama Butterfly” di Puccini (Sharpless), e nell’opera contemporanea “Mandragola, scritta dal compositore Maurizio Agostini. Dello stesso autore ha debuttato in prima assoluta nell’opera “Fedra”, nel ruolo di Teseo.
Ha collaborato in qualità di solista con la classe di direzione d’orchestra del Conservatorio “G.Verdi” di Milano (M° Agiman), negli anni 2005/07, cantando i primi ruoli in svariate opere del repertorio italiano. Successivamente anche con la classe di direzione d’orchestra del conservatorio “L.Cherubini” di Firenze (M°Pinzauti).
Dal 2006 collabora con l’Associazione Concerto Classico di Firenze, che gli ha dato la possibilità di esibirsi in svariati ruoli quali: Il conte nelle Nozze di Figaro, Germont nella Traviata, Rigoletto, Escamillo in Carmen e Marcello in Bohème, tra gli altri.
Nel 2009 viene scritturato al Kammeropera di Vienna nell’opera di Rossini la pietra del paragone
Nel 2011 viene scritturato per Aida al teatro Comunale di Firenze regia di Ferzan Ozpetek e diretta da Zubin meta,e ultimamente si è esibito in Carmen nei teatri di Goldoni Livorno, Giglio Lucca, il Verdi di Pisa e infine Teatro .della Fortuna Di Fano sotto la guida del regista Francesco Esposito e del maestri Marco Boemi e Carlo Goldestein.
Svolge un’intensa attività concertistica, sia in Italia che all’estero ed ha cantato per varie emittenti televisive tra le quali RAI UNO e SKY.
Ultimo lavoro svolto al teatro Goldoni di livorno nel Barbiere di siviglia nel ruolo di figaro diretto dal maestro Flavio Fiorini.
                                                                 ***   ***   ***
KENTARO KITAYA, tenore interpreterà GORO
KENTARO KITAYA
M° Kitaya Kentaro, Tenore – Fondatore, Presidente e Direttore di Coro dell’Associazione Coro Lirico La Spezia.
Nato in Giappone a Osaka il 29 marzo 1977, si è laureato in geologia all’università di Ehime nel 2001.
È stato premiato al 11o International Competition of Music for Students a Kobe nel 2006, e all’8Competizione La Grande Muraglia Cinese” a Osaka nel 2006. Si è perfezionato con il maestro Angelo Bertacchi.
Diplomato in canto al Conservatorio della Spezia
Ha cantato come solista numerose volte a Tokyo, Osaka, Nagoya, Kawasaki, Matsuyama, Kawachinagano, Tondabayashi, Toyonaka, Takayama in Giappone. Ha cantato “Rita” di Donizetti (Beppe) a Tokyo e Osaka. In Italia ha preso parte a numerose rappresentazioni, in diverse regioni. Ha cantato nel passato “L’Elisir d’amore” di Donizetti (Nemorino) a La Spezia, “Turandot” di Puccini (Pong) a Sarzana, “Tosca” di Puccini (Spoletta) a Fidenza, Sarzana e Berceto, “La Cambiale di Matrimonio” di Rossini (Edoardo) a La Spezia, “I Cacciatori” di Guglielmi (Cecco) a La Spezia, “La Bohème” di Puccini (Parpignol) a Lucca, “Don Giovanni” di Mozart (Don Ottavio) a Carrara, “Chandos anthems” di Handel come solista a Pisa e San Miniato, “Fantasie” di Beethoven come solista a La Spezia e Bayreuth (In Germania), “Madama Butterfly” di Puccini (Goro) in varie città della Toscana oltre Berceto, “Rigoletto” di Verdi (Borsa) a Varese Ligure. Recentemente ha cantato a La Spezia “L’Elisir d’amore” di Donizetti (Nemorino), “Madama Butterfly” di Puccini (Pinkerton), “Rigoletto” di Verdi (Duca), “La Bohème” di Puccini (Rodolfo) al teatro Civico a La Spezia, “Tosca” di Puccini (Spoletta ) a Nepi - Serate  Borgiane. Ha interpretato (Ismaele) in Nabucco al Teatro Civico della Spezia. Ha interpretato (Erminio Rossetti) nel “Il trionfo dell’onore, ovvero il dissoluto pentito” di A. Scalatti - Sala Titta Ruffo del Teatro Verdi di Pisa –  2015
Ha interpretato (Gherardo) in Gianni Schicchi al Teatro Civico della Spezia e al Teatro Chiabrera di Savona, nella Stagione autunnale dell’Opera Giocosa - 2016. 
L’Associazione Coro lirico La Spezia - Associazione no profit,  di cui il M° Kentaro Kitaya è – Ideatore, Fondatore, Presidente e Direttore di Coro, è una libera Associazione non avente scopi di lucro, pertanto si definisce ente non commerciale di tipo associativo. E’ un’Associazione culturale apolitica e non confessionale. Il suo scopo è  lo studio del canto corale, la  diffusione  pubblica del percorso artistico di studio attraverso concerti, e la messa in scena di Opere Liriche. L’Associazione coinvolge nei progetti anche allievi delle scuole del nostro territorio, nell’obiettivo di valorizzare, sostenere e promuovere la cultura del bel canto, trasmettere la conoscenza  della cultura classica musicale ai giovani e diffonderla. Attualmente l’organico del coro è formato da 50 elementi .L’Associazione Coro Lirico La Spezia, ha prodotto ad oggi nove  opere:  “Rita” di G. Donizetti, (18 maggio 2012 ),“La Traviata” di G. Verdi (18 maggio 2013), “Suor Angelica” di G. Puccini,(9 -10 novembre 2013), “Rigoletto” di G. Verdi (23-24 novembre 2013), “La Bohème” di G. Puccini (14 maggio 2014), “Madama Butterfly” di G. Puccini,“Elisir D’Amore“ di G. Donizetti, (24 gennaio 2015),“Tosca” di G. Puccini ( maggio 2015 Teatro Civico la Spezia - 24-25 luglio 2015 – Nepi), “Nabucco” di G. Verdi (29 aprile 2016 Teatro Civico la Spezia), “Cavalleria Rusticana” di P.Mascagni,(01 ottobre 2016). 

                                                              ***   ***   ***
Ezia Di Capua - Curatore Coro Lirico La Spezia

sabato 26 novembre 2016

CRISTIANO MANZONI, Pianista e M°Concertatore in “MADAMA BUTTERFLY” al Teatro Olimpia di Vecchiano - PISA - Sabato 3 dicembre ore 21

Sala Culturale CarGià - Promozione Artistica 2016
Sezione - CORO LIRICO LA SPEZIA

                      
M° CRISTIANO MANZONI
Inizia gli studi musicali in Sardegna sotto la guida della prof.ssa Gianna Manchia a 18 anni si trasferisce a Firenze dove si diploma in pianoforte sotto la  guida  del  M° Giuseppe Fricelli,    successivamente si diploma anche in musica  vocale  da  camera  presso  il  conservatorio di musica  “L.Cherubini” di Firenze sotto  la  guida del  M° Leonardo De Lisi   col massimo  dei voti e la lode.
Si occupa del repertorio pianoforte-voce, operistico e cameristico, collaborando come pianista accompagnatore in Opere liriche (Teatro Comunale di Firenze, Accademia musicale Chigiana di Siena, Teatro Verdi di Pisa, Giglio di Lucca, Goldoni di Livorno e Camerata di Prato) operette, commedie teatrali, audizioni per cantanti lirici, concorsi di canto lirico (AS.LI.CO di Milano, A.GI.MUS e Firenze Lirica, Rocca delle Macie, AdLirica di Pistoia, Città di Lucca Puccini) e corsi di  perfezionamento per cantanti lirici (Stages tenuti da R.Kabaiwanska,e B.Manca Di Nissa presso L’Accademia Chigiana a Siena oltre quelli tenuti a Firenze dal M° Giancarlo Montanaro, dal tenore Giuseppe Baratti, dal soprano Ines Salazar e dalla Prof.ssa Liliana Poli).
Ha vinto il I° premio ai concorsi di Musica Vocale da Camera Città di Cherasco e Città di Camaiore. Nel dicembre del 2001, è risultato vincitore del Premio “Fondazione Del Vecchio-Onlus” riservato ai diplomati del Consevatorio “L.Cherubini” di Firenze.
Ha eseguito in prima assoluta alcune Melodie per voce e pianoforte scritte dal M° Fricelli, dal M° Rigacci e dal M° Liberto. Dal 2000 Lavora come Maestro collaboratore al pianoforte, nella classe di direzione d’orchestra del M° Alessandro Pinzauti presso il Conservatorio “L.Cherubini”di Firenze. Cristiano è anche professore di "Great italian opera" alla FUA, Università americana a Firenze, oltre che tenere i corsi di  "Vocal techniques" e "Operatic repertory" . 
                   Svolge un'intensa attività concertistica che lo  ha portato ad accompagnare in recital,  artisti quali  A.Bocelli, G.Casciarri, L.Bartolini, L.De Lisi, L.Guinis, S.Rigacci, S.Froli, M.Dragoni, K.Ricciarelli, S.Koleva Doneva, B.Di Castri, P.Cigna, E.Caballero.
Nel 2002 e 2003 ha tenuto una serie di concerti presso il Teatro della Repubblica di Santiago di Queretaro (Messico) riscuotendo ottimi consensi di pubblico e critica e ha partecipato come pianista accompagnatore ufficiale ad uno stage per cantanti lirici presso l’Università della Musica di Queretaro.
Nel 2004  è stato tutor ai corsi di formazione del Maggio musicale fiorentino e ha partecipato come Maestro collaboratore di  sala all’allestimento dell’opera “Viaggio a Reims” di G.Rossini, opera che è andata in scena nel giardino di Boboli sotto la direzione del M° Nir Kabaretti, e la direzione artistica di Zubin Metha.
Nel 2005 è stato impegnato in una tournee di concerti in Florida ed è stato Maestro accompagnatore in una international competition lirica a Palm Beach (pres.Virginia Zeani).
Nel marzo del 2007 è stato impegnato nell’allestimento dell’opera “Bohème” di Puccini presso il Colony theater di Miami (Florida) produzione di Miamilyricopera.
Nel 2008 un lungo soggiorno negli USA dove  ha lavorato come vocal coach all’interno di Indiana University nella città di Bloomington (Indiana) collaborando con le classi di Carol Vaness, Patricia Wise e Carlos Montanè e svolto tourneè a New York (Julliard Scholl), Chicago, Minneapolis, Miami, partecipando a registrazioni e concerti.
Nel 2009 un’altro soggiorno Usa a Miami dove ha partecipato alla produzione del “Così fan tutte” lavorando con la classe di David Malis all’interno della Miami University ed esportando la figura di G.Puccini in una serie di concerti in Florida con il tenore Eduardo Aladren, il baritono Nelson Martinez ed i soprani internazionalmente conosciuti, Elisabeth Caballero e Sandra Lopez.
Sempre nel 2009  e nel 2010 è stato protagonista di due tourneés in Irlanda, con una serie di Galà lirici e opere in forma semi scenica al pianoforte,  presso la  St Mary's Church of Ireland, nella città di Killarney. 
Nei primi tre mesi del 2013 Cristiano ha tenuto una master class oltre ad aver tenuto un recital col soprano Susanna Rigacci a Bangkok, Thailand , per la “Phya Thai Palace Preservation Foundation underThe Royal Patronage of H.R.H Princess Bejarata”.  Di seguito in Aprile ha collaborato con l’UCM University Central Missouri USA come professore d’ Opera in una serie di master classes oltre ad aver tenuto un recital con tre dei faculty members dell’Università stessa.
Nel Luglio del 2013, 2014 e 2015 è stato impegnato come insegnante d’Opera all’interno del corso “Daniel Ferro Vocal program” in collaborazione con la Julliard School di New York, corso tenutosi a Greve in chianti Tosacana.
            Nel novembre 2014 ha collaborato con l'Accademy of  Music di Minsk Bielorussia come professore di Opera italiana in una masterclass con gli studenti di 23 diverse classi di canto.
             Ad aprile 2015 Cristiano ha tenuto una serie di concerti negli Stati Uniti, nelle città di New York e Albany con il tenore italiano David Righeschi in un format chiamato " David Righeschi and friends " , in collaborazione con l'American Heritage Foundation italiano ( Albany ) .
            Nel novembre 2015 è stato invitato dal Conservatorio Statale Rimsky-Korsakov di San Pietroburgo in Russia come professore di Opera italiana in una masterclass con i migliori studenti di tutte le classi vocali.
            Lo scorso 10 Aprile ha tenuto un concerto come accompagnatore e Direttore a New York (Usa) nella sala Kaufmann della celebre Julliard School, in occasione delle celebrazioni in onore del M° Daniel Ferro ex Direttore del dipartimento d'Opera della scuola stessa, concerto al quale hanno partecipato dodici cantanti da tutto il mondo.

 English Version
               The Italian pianist Cristiano Manzoni is internationally known as a specialist in the field of vocal accompaniment and coaching.  His musical background has afforded him three degrees in Musical Education: Diploma in Pianoforte (1998), Diploma in Musica vocale (2001), and International Master Diploma of Maestro Collaboratore d'Opera al Pianoforte (2003).
Cristiano obtained his degree in piano with Maestro G. Fricelli and vocal chamber music at the “Cherubini” Conservatory of music in Florence with Maestro L. De Lisi with highest grades and honors.  He has a vast vocal piano repertoire in opera and chamber music. He worked as an accompanist of opera, operetta, theatre comedies, auditions for singing competitions and courses for opera singers in Young Artists Programs  (Teatro Comunale e Teatro Verdi di Firenze, Accademia musicale Chigiana di Siena, Teatro Verdi di Pisa, Giglio di Lucca, Goldoni di Livorno e Camerata di Prato). Stages held by R.Kabaiwanska, and B.Manca Di Nissa at the Academy Chigiana in Siena over those held in Florence by Maestro Gayletha Nichols (Executive Director of the Metropolitan Opera National Council Auditions-New York), Mestro Giancarlo Montanaro, by Maestro Giuseppe Baratti and Prof. Liliana Poli.
Cristiano has performed in the world premiers of Melodies for voice and piano written by Maestro Fricelli,  Rigacci and Liberto.   He has an intense concert carrier accompanying artists such as A.Bocelli, L.Bartolini, G.Casciarri, E.Aladren, S.Rigacci, M.Dragoni, K.Ricciarelli, S.K.Doneva, B. Di Castri, L.Brioli, P.Cigna, E.Caballero, L.Guinis, L.De Lisi, among others.
 In 2002 and 2003 Cristiano held a series of concerts at the Theatre of the Republic of Santiago de Queretaro (Mexico) obtaining excellent consensus of critics and audiences and has participated as the official accompanist pianist to a stage for opera singers at the University of Music of Queretaro.
In 2004 he was tutor and vocal coach at the Maggio Musicale Fiorentino Formazione, and has participated at the opera staging of "Viaggio a Reims" by Rossini, a work that was staged in the
Boboli Gardens in Florence under the conducting of Maestro Nir Kabaretti, and the artistic direction of Zubin Mehta.  In 2004 and 2005 Cristiano held a concert tour in Florida and was the
accompanist Maestro in a International Opera competition in Palm Beach (president Virginia Zeani).  
          In 2006 he was involved in the opera "La Bohème" by G. Puccini at the Colony theatre of Miami (Florida).  In the same year he collaborated with the choir of the Scuola Normale V. Galilei for the “Petite messe solennelle” by Rossini.  In 2008 he spent six months in the USA where he had the opportunity to work as a vocal coach at Indiana University in the city of Bloomington (Indiana), collaborating with the classes of Carol Vaness, Patricia Wise and Carlos Montané and held tournées in New York (Julliard School), Chicago, Minneapolis, Miami, participating in recordings and concerts.
In 2009, during another long stay in Miami (USA), he participated in the production of "Così fan tutte" by W.A.Mozart, working with the class of David Malis at the University of Miami Frost Opera School of Music.  In the same period he exported the figure of G. Puccini in a series of concerts in Florida with the tenor Eduardo Aladren, the bariton Nelson Martinez and the internationally known sopranos Elisabeth Caballero and Sandra Lopez.
 In 2009 and in 2010 he engaged in two tourneés in Ireland, with a series of Gala opera concerts accompaning at the piano, at St Mark's Church of Ireland, in the town of Killarney.
            Since 2000 he has been working as assistant master at the piano, in the class of conducting of Maestro Alessandro Pinzauti at the main Conservatory "L. Cherubini" in Florence.
Cristiano is also  Professor of "Great italian opera"  at  FUA American University in Florence, as well as "Vocal techniques" and "Operatic repertory".
           He is also  professor of "Operatic repertory" and "Vocal Techniques" at Accademia Europea di Firenze (AEF)
           He is Artistic Director of the “Association Gallurese Friends of the Opera” in Olbia (Italy).
January 2013, Cristiano  has performed concerts and instructed  master classes in Bangkok, Thailand for Phya Thai Palace Preservation Foundation Under The Royal Patronage of H.R.H Princess Bejarata.  He  also performed various operas with St Mark's Opera Company of Florence during a stay in Switzerland.
In April he has collaborated with the University of Central Missouri, UCM - USA as a professor of Opera in a series of master classes  and in addition he  held a recital with three of the faculty members of the same University.
            For three years in a row (July 2013,2014,2015) has been engaged as an Operatic teacher in the "Daniel Ferro Vocal Program" in collaboration with the Julliard School, New York (The course was held in the small town of Tuscany, Greve in Chianti)
In November 2014 he has collaborated with the Academy of Music - Minsk Bielorussia as a professor of Italian Opera in a masterclass with the students of 23 voice classes.
             In April 2015 Cristiano held a series of concerts in the US, in the cityes of New York and Albany with the Italian tenor David Righeschi in a format called "David Righeschi and friends" in collaboration with the Italian American Heritage Foundation  (Albany).
In November 2015 has been invited by the RIMSKY-KORSAKOV ST.PETERSBURG STATE CONSERVATORY of Russia as a professor of Italian Opera in a masterclass with the best students from all the voice classes.

 Ezia Di Capua - Curatore Associazione Coro Lirico La Spezia


martedì 22 novembre 2016

IL CORO LIRICO LA SPEZIA AL TEATRO OLIMPIA DI VECCHIANO CON "MADAMA BUTTERFLY" - Sabato 3 dicembre ore 21

Sala Culturale CarGià - Promozione Artistica 2016
Sezione - CORO LIRICO LA SPEZIA
Coro Lirico La Spezia -  Per info: 3474211455

MADAMA BUTTERFLY di Giacomo Puccini   -   Trama e Personaggi
Madama Butterfly è un'opera in tre atti (in origine due) di Giacomo Puccini, su libretto di Giuseppe Giacosa e Luigi Illica, definita nello spartito e nel libretto "tragedia giapponese".
La prima ebbe luogo a Milano, il 17 febbraio 1904 al Teatro alla Scala.
Puccini era certo di riscuotere il successo che immaginava gli spettasse di diritto per un'opera come "Madama Butterfly"; per questo motivo scelse (di comune accordo con Giulio Ricordi, suo editore) il polcoscenico della Scala per la sua prima.
Questa sua scelta era data probabilmente da una voglia di rivincita verso il Teatro che nel 1889 aveva bocciato il suo "Edgar".
Purtroppo la prima dell'opera si risolse in un fiasco, evento inaspettato dopo i tre successi pucciniani Manon Lescaut, La Bohème e Tosca.
L'opera si basa sul dramma "Madame Butterfly" del commediografo statunitense David Belasco, a sua volta ispirato da un racconto omonimo di John Luther Long.
I librettisti Giuseppe Giacosa e Luigi Illica cominciarono il lavoro sul libretto a partire dal 1901. Per alcune suggestioni orientaleggianti presero spunto dal romanzo di ambientazione giapponese "Madame Chrysanthème" di Pierre Loti.
Puccini era fortemente convinto della validità del soggetto esotico e dal potenziale espressivo della geisha sedotta, abbandonata e suicida. Per musicare il dramma, si documentò minuziosamente sulle musiche, gli usi e i costumi del Giappone; per fare ciò si avvalse della collaborazione di Sada Yakko (una famosa attrice) e della moglie dell'ambasciatore giapponese in Italia.
L'insuccesso con cui venne accolta Madama Butterfly, spronò Puccini ad una revisione dell'opera, eliminando alcuni numeri musicali trascurabili, modificando alcune scene e dividendo l'opera in tre atti invece che due.

PERSONAGGI
Madama Butterfly (Cio-Cio-San) - soprano
B.F. Pinkerton, tenente della marina degli Stati Uniti - tenore
Suzuki, servente di Cio-Cio-San - mezzosoprano
Sharpless, console degli Stati Uniti a Nagasaki - baritono
Goro, nakodo - tenore
Lo zio Bonzo - basso
Il Principe Yamadori - tenore
Kate Pinkerton - mezzosoprano
Yakusidé - basso
La zia - soprano
La cugina - soprano
Dolore - bambino, mimo

TRAMA
ATTO PRIMO
La storia ha inizio a Nagasaki, agli inizi del '900. Pinkerton, tenente della marina degli Stati Uniti, si unisce in matrimonio a Cio-Cio-San, una geisha quindicenne. Il matrimonio si celebra secondo la legge giapponese; questo da diritto a Pinkerton di ripudiare la moglie in qualsiasi momento per sposare una donna americana.
Le azioni di Pinkerton sono guidate da spirito d'avventura e dalla vanità. Al contrario Cio-Cio-San - che dopo le nozze si fa chiamare Madama Butterfly - è realmente innamorata dell'ufficiale di marina.
Questo amore attira su di lei l'ira dello zio bonzo, che la accusa di aver rinnegato la sua cultura e la famiglia.

ATTO SECONDO - Parte Prima
Poco dopo le nozze, Pinkerton torna in patria, abbandonando la giovane sposa. Nonostante l'incredulità dell'ancella Suzuki, Mutterfly è fiduciosa del fatto che suo marito tornerà da lei in primavera come da lui promesso.
Nel frattempo Pinkerton si risposa con l'americana Kate. Continua tenersi in contatto con il console Sharpless, chiedendogli di spiegare a Butterfly l'accaduto.
Nonostante i tentativi di Goro di trovarle un nuovo marito, Butterfly continua ad avere una fede incrollabile nella lealtà del marito.
Per porre fine ai dubbi circa la fedeltà del marito, Butterfly mostra al console il figlio nato dalla seppur breve relazione con Pinkerton.
Dopo tre anni Pinkerton fa ritorno a Nagasaki insieme a Kate. Butterfly chiede a Suzuki di preparare la casa per accogliere nel migliore dei modi quello che crede essere ancora il suo sposo.


ATTO SECONDO - Parte Seconda
L'attesa di Butterfly si protrae per tutta la notte.
Pinkerton, messo a conoscenza dell'esistenza di suo figlio da Sharpless, si reca da Butterfly; la sua unica intenzione è di prendere suo figlio, portarlo negli Stati Uniti ed educarlo secondo gli usi occidentali.
Anche il console Sharpless spinge affinchè il bambino venga affidato a Pinkerton e alla sua nuova moglie.
Solo a questo punto Butterfly apre gli occhi e capisce la realtà delle cose: la sua felicità, la sua grande storia d'amore era in realtà solo un'illusione.
Decide dunque di uscire di scena in silenzio, dando un'ultimo abbraccio al figlio, con il volto coperto di lacrime.
Pone il bimbo in una culla di stuoia e lo benda delicatamente; seguendo un'antica usanza giapponese, si toglie la vita con un pugnale cerimoniale donatole dal padre.

Ezia Di Capua – Curatore Ass. Coro Lirico La Spezia

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...