mercoledì 26 agosto 2015

SALA CARGIA': GEMELLAGGIO ARTISTICO TRA SAN TERENZO E FILATTIERA - QUINTA EDIZIONE

Sala Culturale CarGià - Promozione Artistica 2015
Sezione - GEMELLAGGIO ARTISTICO TRA SAN TERENZO E FILATTIERA - QUINTA EDIZIONE


ARTICOLI CORRELATI
clicca sul link per leggere
ESTEMPORANEA DI PITTURA " SCORCI DI FILATTIERA " - PREMIO PARIS MARTELLI - I VINCITORI 2015
http://salacargia.blogspot.it/2015/05/estemporanea-di-pittura-premio-paris.html

lunedì 24 agosto 2015

SOCIETA' ASTRONOMICA LUNAE: MEDUSA - NEBULOSA PLANETARIA NELLA COSTELLAZIONE DEI GEMELLI

Sala Culturale CarGià - Promozione Arte e Cultura 2015
Sezione - Scienza
NEBULOSA MEDUSA
 Nebulosa planetaria nella costellazione dei Gemelli
Questa è la più dettagliata immagine mai ottenuta della Nebulosa Medusa, (catalogata come Sharpless 2-274). Una nebulosa planetaria nella costellazione dei Gemelli. Questa Medusa, distante 1500 anni luce, è provvista come da tradizione di serpenti al posto dei classici capelli. Questi serpenti sono rappresentati da sinuosi filamenti di gas incandescente. Il gas è stato rilasciato dalla stella al centro della nebulosa, giunta alla fine del suo ciclo evolutivo. L'immagine mette chiaramente in evidenza l'emissione rossastra dell'idrogeno e la più debole emissione verde dell'ossigeno, che si estende al di là dei limiti di questa ripresa, formando una mezzaluna in cielo. L'espulsione di massa dalle stelle in questo stadio della loro evoluzione, che interesserà anche il nostro Sole in un lontano futuro, è spesso intermittente e ciò può produrre strutture affascinanti all'interno delle nebulose planetarie.

Per ulteriori info:
www.astrolunae.it


EDC

sabato 22 agosto 2015

MICHELANGELO FALCONE : I KNEW - in vendita dal 28 agosto in digital download su tutte le piattaforme mondiali

Sala Culturale - Promozione Artistica 2015
Sezione - Eventi Artistici e Culturali



Il Blog di Sala Culturale CarGià a cura di Ezia Di Capua
è letto in tutto il mondo, si ringraziano in modo particolare i lettori delle seguenti Nazioni:


ITALIA, STATI UNITI, FEDERAZIONE RUSSA, REGNO UNITO, GERMANIA, FRANCIA, THAILANDIA, GIAPPONE, ALBANIA, AUSTRALIA, PAESI BASSI, SPAGNA, SVIZZERA, BRASILE, UCRAINA, TERRITORI PALESTINESI, GEORGIA, ROMANIA, COSTA RICA, MALTA, ISRAELE, INDIA, REPUBBLICA CECA, GRECIA, COSTA D'AVORIO, VENEZUELA,CINA, BOSNIA ERZEGOVINA, AUSTRIA, MONACO, SVEZIA, CROAZIA, COREA DEL SUD, SLOVENIA, MONTENEGRO, IRLANDA, NORVEGIA, POLONIA, CANADA, TAIWAN, BAHAMAS, BELGIO, TURCHIA,  DANIMARCA, BULGARIA, ARGENTINA, MOLDAVIA, COLOMBIA, AFGHANISTAN, REPUBBLICA DI MACEDONIA, CIPRO,  FILIPPINE, BANGLADESH, PAKISTAN, VIETNAM, URUGUAY, LETTONIA, ISRAELE, EGITTO, SERBIA,  NUOVA ZELANDA, SUDAFRICA, ALGERIA, GIORDANIA, NIGERIA, FINLANDIA, HONDURAS, PORTOGALLO, INDIA, LUSSEMBURGO, TURCHIA, CINA, MESSICO, HONG-KONG, ISOLE FAROE, SINGAPORE, PANAMA, MALESIA, INDONESIA, MESSICO, SAN MARINO, ISLANDA, PERU’, REPUBBLICA CECA, MAROCCO, ECUADOR , ANDORRA, GUADALUPUA, LIBANO, SRI LANKA, SLOVACCHIA, LETTONIA, REPUBBLICA DOMINICANA, ANGOLA,.........

...ancora grazie a tutti Ezia Di Capua

giovedì 20 agosto 2015

PREMIO “MONTALE FUORI DI CASA” ANNO 2015 XVIII EDIZIONE 24 LUGLIO 2015 ORE 21.00 CENTRALE ENEL LA SPEZIA - Assegnazione Premio Montale Fuori di Casa 2015 – Sezione Collaterale Ligure – a Donatella Zanello:

Sala Culturale CarGià - Promzione Artistica 2015
Sezione - Eventi Artistici e Culturali
  
PREMIO “MONTALE FUORI DI CASA” ANNO 2015 XVIII EDIZIONE
24 LUGLIO 2015  ORE 21.00  CENTRALE ENEL LA SPEZIA
- Assegnazione Premio Montale Fuori di Casa 2015 
– Sezione Collaterale Ligure –
  a Donatella Zanello:
MOTIVAZIONE: “Per una Poesia che del Viaggio, reale o metaforico, ha fatto il tema centrale della sua ricerca poetica. Viaggio nello spazio, viaggio nel tempo e dentro se stessa, alla ricerca di un filo da riannodare, di una verità, pur se dolorosa, da raggiungere. Come mirabilmente è stato scritto: Non sono pagine ma vele, salpano dal golfo di Lerici ed approdano al confine delle terre Provenzali. Nelle sue poesie su Liguria e Provenza il potente respiro del mare è onnipresente, così come lo è la dolorosa meditazione sul senso ultimo della vita. Non pensiamo di sbagliare nell’affermare che la poesia della Zanello si svolge nella grande tradizione della linea ligure, da Sbarbaro a Montale.
Lieve passammo il confine, scrive l’autrice e lieve veramente è la sua poesia, che talora si risolve in idillio, visione che coinvolge insieme paesaggio e anima; lievi non sono però le domande che ci si pone, sul senso della vita e sul destino dell’Uomo.”

PRESENTAZIONE  di   Giosanna Pigoni:

“ Il Poeta oggi diventa l’essenziale decifratore di un mondo incomprensibile, fuori dal caos e dalla disumanizzazione. Al termine di questa interessante stagione del Premio Montale non poteva che esserci la Poesia e con una poetessa del valore di Donatella Zanello che ci disseta con un provvidenziale zampillo di acqua fresca, con una vitale boccata di ossigeno in tanto squallore dello spirito.
Le sue poesie – scrive Cristiano Mazzanti – “non sono pagine ma vele”:
ascoltate la melodia, il soffio astratto che percorre questa poesia:

Lieve passammo il confine

  Lieve passammo il confine,
  linea astratta d’ombra e di luce,
  nel verde dei giardini
-         nel colore del mare mutevole –
era la Francia, con le serre lucenti
sospese come specchi
al riflesso del cielo.
Vedemmo colline intere
di rose e lavanda.
Era la vita che ci univa
eternamente nel suo abbraccio.

(da “Poesie Provenzali”)

Emozionanti immagini cristallizzate in una visione che abbraccia terra, mare e cielo….. Che cos’è la Poesia? Fin dall’antichità hanno dibattuto fior di poeti ed intellettuali per definirla. Dal greco “poiesis” – creazione ….ma creazione di cosa?
Bella la definizione di Unamuno: “eterizzazione di ciò che è momentaneo”.
Baudelaire, così amato dalla nostra artista, tanto da essere citato nella seconda pagina di “Poesie Provenzali”: “Nous fuirons sans repos ni trèves vers le paradis de mes rèves” ci dice che la vita è una foresta di simboli e il poeta ha il compito di svelare le verità celate nel profondo ma la definizione più calzante per queste commoventi liriche è quella di Ungaretti: “Il miracolo della poesia non sta nel linguaggio ma nella tensione che lo anima.”
Questo miracolo fa la Zanello, che partendo da una geografia vera…Lerici, Portovenere, le coste Liguri, la Provenza ed il mare, ovunque ci conduce in orizzonti infiniti, fuori dallo spazio e dal tempo….. questa meravigliosa ossessione del mare è presente in gran parte delle sue liriche.
Il colore del mare è azzurro. E cos’è l’Azzurro? Non è forse quel Azur che in francese definisce poeticamente proprio l’infinito, il cielo, il mistero?
La ricerca della nostra poetessa tuttavia va oltre il mare.
Il mare è il forte simbolo del viaggio della sua anima inquieta, un’anima come lei stessa confessa “straniera ovunque”. Questa “estraneità” che separa il poeta dal mondo non è un sentimento di indifferenza ma di sofferenza… pensiamo a Camus, allo stesso Moravia…al contrario è motivo di razionale riappropriazione del vivere che la Zanello fa offrendoci questi idilli che sono le sue liriche, veri e propri “scrigni di visione” nel senso letterale del termine….
Le coste colorate dal cielo e dal mare, Nizza “bianca accecante di strade/che portano al mare”….”l’orizzonte di luminose onde/antico” ….”fiori e farfalle/nel vento” della Provenza, scivolano davanti ai nostri occhi provocando emozioni e riflessioni profonde.

Maria

Da mattino a sera nei campi,
a seminare, ad accarezzare
la madre terra.
Maria, semplicità di un nome
e una bellezza
che a settant’anni
mai non tramonta,
fascino di gitana
e musica di violini,
dal Sud della Francia.
Sorella amata
del padre che ho perduto,
che vivi, libera
come nessuno è più
nel frastuono del mondo,
su questa collina aspra,
al limite di cielo e vento.
(daIl tempo immutabile”)


 La poetessa ci conduce delicatamente in un Eden perduto dove le passioni e i dolori terreni sembrano allontanarsi…..ma avvertiamo una sottile inquietudine in questo tripudio di luci e colori…sentite la bellezza dolente di questo verso:
“Stamane al risveglio il cielo era così lieve / e così doloroso / il peso della vita nel corpo” (da “Passiflora”)  ed ancora :
“Lavare via/ questa stanchezza / che pesa / come un mantello / avvelenato”
(“Poesie Provenzali”)
Questo limite del corpo che appesantisce sulla terra ci riporta ancora al grande Baudelaire (“Albatros”).
Pensiamo ai titoli delle raccolte: “La Sognatrice”, “La donna di pietra”, “Polvere di primavera”, “Passiflora”, “Il tempo immutabile”, “Poesie Provenzali”, “Labirinti”,Il colore del mare”:  sono essi stessi evocativi di una malinconia dell’essere, di quel male di vivere di ottocentesca memoria, che nella Zanello si esprime con una sensibilità molto moderna e vicina al nostro sentire:  il senso di una precarietà del vivere, della rapidità del viaggio della vita che rende il tutto un nulla….il contrasto fra la bellezza del pianeta e la stupidità umana che non ne ha consapevolezza….. il luogo della vita è luogo della parola e la parola scritta la poetessa la sente infine impari a svelare la Verità…. Estenuante è il compito che è dato al Poeta …
“Le mie parole sono pietruzze sulla spiaggia /granelli di sabbia / aspetto che l’amaro tempo / si porti via / tutto quello che ho e che sono.”
“E’ così atroce la Bellezza”.
Queste liriche, così essenziali, levigate, profumate dal mare e dal cielo e dal creato tutto, nella loro apparente semplicità rimandano a significati forti, al mistero più profondo dell’essere.
Le liriche della Zanello sembrano vibrare nello spazio ma sono invece ben radicate alla realtà del vivere… pensiamo alle poesie dove è spesso presente l’amore per il suo uomo, per le figlie, per la madre ed il padre, per il nonno mitico navigante pescatore per il quale “La memoria è diventata poesia” (“Il colore del mare”).

Il lessico è solo apparentemente semplice, sfrondato com’è da ogni sovrabbondanza lirica ma ha ilpotere di farci riflettere sull’infinita pochezza dell’uomo di fronte all’infinita grandezza dell’universo….subiamo l’incanto della parola che rasenta il mistero. C’è forte quell’implacabile ed inesorabile passare del tempo, quel divenire insensato delle cose, quello spazio che si vorrebbe racchiudere nella casa sul mare, anche se, dice la poetessa:

“la mia casa è ovunque
ora che mi sento di appartenere
all’universo.”
(da “Poesie Provenzali”)


La capacità dell’artista è tutta in questo tenerci in tensione creando un pathos tra lei ed il creato e noi….un tramite.
Liriche che sono quadri, pitture dilatate, tanto da poter dire con Orazio:
“Ut pictura poesis”.
Come il Poeta sentiamo forte la presenza della vita e della morte una nell’altra, nella grande bellezza di un universo che si ricrea incessantemente.

Distanza

Stasera grande è la distanza
tra me e coloro che ho amato.
Visioni e ricordi scendono
sul declivio della collina.
Così si allontanano
gli amati giorni
della rabbiosa giovinezza.
Lungo il sentiero di San Lorenzo
le pietre arroventate dell’estate
gridano la polvere dei secoli
ed ogni storia si confonde
con il canto monotono delle cicale.
Questo è l’orto degli ulivi
che somiglia a tanti altri luoghi.
Il mondo è così piccolo
per le nostre anime,
per le nostre lune piene.
Era facile, negli anni giovani,
confondere realtà e fantasia,
nel magico specchio delle acque.
Ora rimbomba alle orecchie
il furioso abbaiare dei cani,
dal basso, dal fondo della valle.
Nella nebbia del tramonto
affondano le sopite passioni.

(da “Il tempo immutabile”)

Tra razionale ed irrazionale  insiti nella condizione umana l’artista cerca una via di fuga attraverso una realtà superiore – la Poesia – salvifica rispetto ad una realtà insopportabile.
Termino con una citazione di Hermann Hesse: “Spesso ho tentato la strada per la tremenda realtà dove hanno valore mode, assessori, leggi, denaro,  ma solitario mi sono involato deluso e liberato là dove follia beata zampilla. Questa follia è la Poesia, mondo di nostalgia pazza di cui sono schiavo eternamente.”
                                                               Giosanna Pigoni
                                                                                                         

Giosanna Pigoni è docente di lingue e letterature francese e spagnola ed è membro di Giuria del Premio Montale Fuori di Casa.

Nella fotografia della cerimonia di Premiazione presso la Centrale Enel della Spezia: Donatella Zanello, Giosanna Pigoni, Adriana Beverini Presidente del Premio Montale, 


                                                                                            Donatella Zanello


Potrebbe interessarti anche: clicca sul link per leggere
http://salacargia.blogspot.it/search?q=premio+montale+fuori+di+casa

EDC

mercoledì 19 agosto 2015

ALTRAMAREA: XX edizione 2015 - Piazzetta dell'Oratorio n'Selaa Tellaro - Sabato 22 Agosto

Sala Culturale CarGià - Promozione Arte e Culturale CarGià 2015
Sezione - Eventi Artistici e Culturali


Associazione culturale Arthena - Assessorato alla Cultura del Comune di Lerici - 
Società Mutuo Soccorso, Tellaro – STL Lerici – INDUNAVI
presentano

Sabato 22 agosto 2015, ore 21, Piazzetta dell’Oratorio n’Selaa
 Tellaro -Lerici ( SP )

ALTRAMAREA    

Laboratorio di poesia a cielo aperto – XX edizione - 2015

Ideata e diretta da Angelo Tonelli
TELLARO - Lerici - (SP)
Sabato 22 agosto a Tellaro (Lerici), nella piazzetta dell’Oratorio ‘n Selaa, dalle ore 21 alle 24 avrà luogo la XX edizione diAltramarea, la rassegna nazionale di Poesia organizzata e diretta da Angelo Tonelli per conto della Associazione Culturale Arthena, con il contributo della STL di Lerici e la collaborazione del Comune di Lerici, di INDUNAVI e della Società Mutuo Soccorso di Tellaro.

Altramarea nasce nel 1995, come Laboratorio di poesia a cielo aperto, con l’intento di riunire poeti, provenienti da ogni parte d’Italia e non solo, nella piazza antistante la facciata barocca  dell’Oratorio n’Selaa di Tellaro. Rapidamente, diventa il secondo più prestigioso evento di poesia orale, dopo il Festival di Poesia di Genova, e vi partecipano tutti i maggiori poeti contemporanei, con particolare attenzione ai talenti emergenti. Ne hanno parlato:L’Espresso, La Repubblica, Il Secolo XIX, La Nazione, Elle, L’Unità, La Stampa, Teleliguria Sud, Rubicondor, Radio Sole 24 ore, La Gazzetta di Parma, Ultime Notizie di Reggio Emilia Mente Locale e innumerevoli siti internet.
  • Dopo il saluto del Sindaco di Lerici, Leonardo Paoletti, e la lettura di un testo a omaggio del grande poeta irlandese William Butler Yeats nella ricorrenza dei 150 anni dalla sua nascita, seguiranno i recital dei poeti e delle poetesse provenienti da varie regioni del nord Italia:  Isabella Tedesco Vergano,  Viviane Ciampi,  Paola Pennecchi,  Mauro Macario,  Francesco Macciò,  Marco Ercolani,  Mauro Ferrari,  Lucetta Frisa,   Lamberto Garzia,  Alessandro Agostinelli,  Ubaldo de Robertis,   Cesare Oddera, Adele Desideri,  Giancarlo Micheli,    Luisa Papa,  Vivetta Valacca,  Rossella Maiore Tampone,  Laura Campagnolo,  Valerio Meattini,  Michele De Luca,  Gianluca Cupisti,  Antonio Melillo,  Xenja Laginja,  Giulio Viano.
 Le letture poetiche saranno intervallate dalla esecuzione di Arie del  ‘600 italiano con il trio formato da Enrico Bardellini, flauto basso, Anna Caprioli, soprano, Sergio Chierici, spinetta
      Fotografia: Anna Ferrari. Installazione: Lucia Vignali.

      In caso di pioggia Altramarea si svolgerà all’interno dell’Oratorio n’Selaa.


martedì 18 agosto 2015

ESIBIZIONI DI SUCCESSO PER IL CORO LIRICO LA SPEZIA - Articolo di Marco Magi - LA NAZIONE

Sala Culturale CarGià - Promozione Artistica 2015
Sezione - CORO LIRICO LA SPEZIA


Ringrazio sentitamente la Redazione de La Nazione 
e il giornalista Marco Magi, 
che hanno messo in luce e dato voce, dal suo esordio,
 al percorso artistico del Coro Lirico La Spezia .   
Ezia Di Capua


LA NAZIONE
MARTEDI 18 AGOSTO 2015

clicca sull'immagine per leggere
Il Blog di Sala Culturale CarGià a cura di Ezia Di Capua
è letto in tutto il mondo, si ringraziano in modo particolare i lettori delle seguenti Nazioni:

ITALIA, STATI UNITI, FEDERAZIONE RUSSA, REGNO UNITO, GERMANIA, FRANCIA, THAILANDIA, GIAPPONE, ALBANIA, AUSTRALIA, PAESI BASSI, SPAGNA, SVIZZERA, BRASILE, UCRAINA, TERRITORI PALESTINESI, GEORGIA, ROMANIA, COSTA RICA, MALTA, ISRAELE, INDIA, REPUBBLICA CECA, GRECIA, COSTA D'AVORIO, VENEZUELA,CINA, BOSNIA ERZEGOVINA, AUSTRIA, MONACO, SVEZIA, CROAZIA, COREA DEL SUD, SLOVENIA, MONTENEGRO, IRLANDA, NORVEGIA, POLONIA, CANADA, TAIWAN, BAHAMAS, BELGIO, TURCHIA,  DANIMARCA, BULGARIA, ARGENTINA, MOLDAVIA, COLOMBIA, AFGHANISTAN, REPUBBLICA DI MACEDONIA, CIPRO,  FILIPPINE, BANGLADESH, PAKISTAN, VIETNAM, URUGUAY, LETTONIA, ISRAELE, EGITTO, SERBIA,  NUOVA ZELANDA, SUDAFRICA, ALGERIA, GIORDANIA, NIGERIA, FINLANDIA, HONDURAS, PORTOGALLO, INDIA, LUSSEMBURGO, TURCHIA, CINA, MESSICO, HONG-KONG, ISOLE FAROE, SINGAPORE, PANAMA, MALESIA, INDONESIA, MESSICO, SAN MARINO, ISLANDA, PERU’, REPUBBLICA CECA, MAROCCO, ECUADOR , ANDORRA, GUADALUPUA, LIBANO, SRI LANKA, SLOVACCHIA, LETTONIA, REPUBBLICA DOMINICANA, ANGOLA,.........

....ancora grazie a tutti .....con cuore Ezia Di Capua

sabato 15 agosto 2015

LUCIO FRIZZOTTI PERSONALE DI PITTURA IN SALA CARGIA': "SOGNI e REALTA' " - dal 15 al 30 Agosto

Sala Culturale CarGià - Promozione Arte e Cultura 2015
Sezione  - Mostre d'Arte




Opera di
LUCIO FRIZZOTTI
Vernissage coinvolgente e interessante Sabato 15 Agosto alle ore 18,30 in Sala CarGià , in via Angelo Trogu, 54 nel centro storico di San Terenzo, in piena Stagione in Arte 2015 dedicata a Carla e Giacomo Gallerini a cura di Ezia Di Capua.
L’artista che ha esposto le proprie opere è Lucio Frizzotti.
La  mostra dal titolo: “Sogni e Realtà“ ha  il patrocinio della ProLoco di San Terenzo  e di Sala Culturale CarGià.
All’inaugurazione, il clima di festa e di amicizia ha reso l’incontro dinamico  e ricco di entusiasmo.
Si ringraziano per la presenza l’artista pittore e scultore Prof.Mario Tamberi, la soprano Estaer Impinna, la dott.ssa Gabriella Mignani Vice presidente dell’UCAI, critico d’arte, scrittrice e pubblicista .
Amici e pubblico molto hanno apprezzato le opere e la mostra allestita dall'artista.

LUCIO FRIZZOTTI nasce a Monti di Licciana (MS) nel 1955, vive e lavora a La Spezia da circa quarant’anni si cimenta in varie discipline artistiche sperimentando principalmente la pittura ad olio. Sino a pochi anni fa era solito dipingere e distruggere i propri quadri. Nel luglio 2003 , dietro le pressanti insistenze di amici e conoscenti, ha deciso di esporre i suoi lavori partecipando al premio “ASS.I.S.ART 2003”, nell’ambito della Rassegna GOLFO DEI POETI. Si aggiudica il 1^ Premio per la pittura tradizionale e il 1^ premio assoluto “ARTISTA DELL’ANNO”. 

Ad agosto 2003 inaugura la sua personale ad EQUI TERME (MS); sempre nel 2003 espone a MORANO CALABRO(CS)-“LUNIGIANA EXPO’”a FIVIZZANO (MS) “ARTISTICAMENTE…. DONNA” a PORTOVENERE (SP) ed a S. ORONZO (LE). 

Nell’Ottobre 2003 è invitato a partecipare al Premio Artistico di CASCIANA TERME (PI) e vince il 1^ TROFEO HOTEL REPUBBLICA MARINARA”. La rivista EUROARTE (n° 4/2004), nell’articolo intitolato “ARTISTI NEL GOLFO DEI POETI” pubblica il dipinto “SENSAZIONI IRRIPETIBILI” vincitore del 1^ Premio. 

Nel 2004 espone alla BIENNALE D’ARTI VISIVE a PONTREMOLI (MS); ad EQUI TERME (MS); AL C.R.D.D (SP); inoltre partecipa a S. GIMIGNANO (SI) al “PREMIO CELESTE” per l’arte figurativa in Italia. Su 1356 artisti partecipanti viene selezionato dalla giuria fra i migliori 100 della categoria “pittori affermati” ottenendo la pubblicazione nel Catalogo annuale, del dipinto “GIOCAVI CON LE FARFALLE”. 

Nel 2005 inaugura la personale “TWIN SOULS FRAGMENTS” curata da Elisabetta ROTA presso la galleria d’arte “911”. Ha esposto in numerose rassegne tra le quali “ARTE CONTEMPORANEA” a FORLI’ - “ARTE PADOVA” e “ARTE EXPO’” a BARI. 

Nel 2007 partecipa ad “ARSENALART” esponendo al Circolo Ufficiali M.M. di La Spezia e presso il Castello DORIA a PORTOVENERE(SP). 

Nel 2009 oltre a varie mostre partecipa al concorso d’arte figurativa organizzato da AUSER e vince il 1^ premio “MEDAGLIA D’ORO FONDAZIONE CARIGE”. 

Opera di LUCIO FRIZZOTTI
Atti, cronaca, profili degli artisti, immagini e quanto necessario sarà inserito nel blog di Sala CarGià, contenitore, archivio e testimonianza storica dell’arte e della cultura in transito nel Golfo dei Poeti: http://salacargia.blogspot.it

In qualità di Curatrice  della  mostra, così Ezia Di Capua scrive il commento relativo all’analisi critica delle opere in mostra: Importante la mostra incentrata sullo studio e la ricerca di Lucio Frizzotti, intitolata “Sogni e Realtà” presentata nello spazio espositivo di  Sala CarGià  galleria d’arte nel Golfo dei poeti. Sono orgogliosa di presentare   le opere     dell’artista il quale, si concentra sull’evoluzione della propria sensibilità pertanto il complesso sistema spaziale delle opere di Lucio Frizzotti,  diventano una vera e propria architettura emozionale. Le gradazioni delle idee delle emozioni sono luce delle composizioni iperrealistiche.Il termine si applica principalmente ad un movimento artistico indipendente negli Stati Uniti e in Europa ed è considerato un avanzamento del fotorealismo ma, le tele di Frizzotti che, affrontano tematiche sociali e intime di forte intensità e  spessore, vanno ben oltre la tecnica e si mostrano come protagoniste originali dei momenti narrativi dell’artista e ne diventano impronta significativa e personale” .

Ezia Di Capua – Curatore

SALA CULTURALE CARGIA– VIA ANGELO TROGU,54 SAN TERENZO - SP

LUCIO FRIZZOTTI - “Sogni e Realtà“  – Personale di pittura
VERISSAGE SABATO 15 AGOSTO ORE 18
APERITIVO IN ARTE
La mostra sarà visitabile dal 15  al 30 Agosto  con il seguente orario di apertura:
Tutti i giorni con il seguente orario 17:00-22:00 -  festivi compresi - Genere: ARTE CONTEMPORANEA.

Opera di LUCIO FRIZZOTTI



Il Blog di Sala Culturale CarGià a cura di Ezia Di Capua
è letto in tutto il mondo, si ringraziano in modo particolare i lettori delle seguenti Nazioni:

ITALIA, STATI UNITI, FEDERAZIONE RUSSA, REGNO UNITO, GERMANIA, FRANCIA, THAILANDIA, GIAPPONE, ALBANIA, AUSTRALIA, PAESI BASSI, SPAGNA, SVIZZERA, BRASILE, UCRAINA, TERRITORI PALESTINESI, GEORGIA, ROMANIA, COSTA RICA, MALTA, ISRAELE, INDIA, REPUBBLICA CECA, GRECIA, COSTA D'AVORIO, VENEZUELA,CINA, BOSNIA ERZEGOVINA, AUSTRIA, MONACO, SVEZIA, CROAZIA, COREA DEL SUD, SLOVENIA, MONTENEGRO, IRLANDA, NORVEGIA, POLONIA, CANADA, TAIWAN, BAHAMAS, BELGIO, TURCHIA,  DANIMARCA, BULGARIA, ARGENTINA, MOLDAVIA, COLOMBIA, AFGHANISTAN, REPUBBLICA DI MACEDONIA, CIPRO,  FILIPPINE, BANGLADESH, PAKISTAN, VIETNAM, URUGUAY, LETTONIA, ISRAELE, EGITTO, SERBIA,  NUOVA ZELANDA, SUDAFRICA, ALGERIA, GIORDANIA, NIGERIA, FINLANDIA, HONDURAS, PORTOGALLO, INDIA, LUSSEMBURGO, TURCHIA, CINA, MESSICO, HONG-KONG, ISOLE FAROE, SINGAPORE, PANAMA, MALESIA, INDONESIA, MESSICO, SAN MARINO, ISLANDA, PERU’, REPUBBLICA CECA, MAROCCO, ECUADOR , ANDORRA, GUADALUPUA, LIBANO, SRI LANKA, SLOVACCHIA, LETTONIA, REPUBBLICA DOMINICANA, ANGOLA,.........


...il mio grazie a Tutti....con cuore Ezia Di Capua

mercoledì 12 agosto 2015

LUCIO FRIZZOTTI - SOGNI e REALTA' - Mostra di Pittura - SALA CULTURALE CARGIA' - SAN TERENZO

Sala Culturale CarGià - Promozione Artistica 2015
Sezione - Mostre d'Arte


Evento pubblicato in exibart 
                                                                                               nella pagina  riservata a Sala CarGià



           Ezia Di Capua - Curatore



COMUNICATI STAMPA A CURA DI EZIA DI CAPUA PUBBLICATI DAI QUOTIDIANI ON LINE
clicca sul link per leggere
CITTA' DELLA SPEZIA:
http://www.cittadellaspezia.com/Golfo-dei-Poeti/Cultura-e-Spettacolo/Sabato-in-sala-Cargia-Sogni-e-realta-la-188644.aspx
CRONACA 4:http://laspezia.cronaca4.it/notizia/leggi/personale-di-pittura-di-lucio-frizzotti-in-sala-cargia
LA SPEZIA OGGI:http://www.laspeziaoggi.it/news/2015/08/sogni-e-realta-la-personale-di-lucio-frizzotti-in-sala-cargia/

LA NAZIONE 
Venerdi 14 Agosto 2015



.....Per aver dato voce all'evento

Si ringrazia la Redazione del La Nazione e il giornalista Marco Magi

Si ringraziano le Redazioni dei quotidiani on line

Si ringrazia le Redazione di Teleliguria Sud

Ezia Di Capua

martedì 11 agosto 2015

ANGELINA MAGNOTTA: SCOPERTI NUOVI REPERTI PREISTORICI - LA DOPPIA IDENTITA' DEI LIGURI APUANI

Sala Culturale CarGià - Promozione Artistica 2015
Sezione - Eventi Artistici Culturali

CLICCA SULL'IMMAGINE PER LEGGERE


"La recentissima scoperta, in siti comunicati alla Soprintendenza ai Beni Archeologici della Toscana,  ad opera dell’Archeoclub d’Italia A.L.A.T.E. (sede comprensoriale Apuo Ligure dell’Appennino Tosco-Emiliano) della Navicella Ligustica, avrebbe gratificato il grande studioso e storico pontremolese, Manfredo Giuliani, nelle sue convinzioni presaghe del reale stanziamento degli arcaici Apuo-Liguri sui contrafforti lunigianesi che s’innalzano tra la catena dell’Orsaro e la piana del fiume Magra. Oggi qui sorge Pontremoli, ai piedi del colle di S.Genesio, dove dovette esistere un tempo la leggendaria Apua. Sul colle, da cui si gode la più superba vista della Catena dell’Orsaro, resiste ai secoli l’antica pieve di Urceola-Saliceto, ‘matrice di tutte le parrocchie del Pontremolese non aventi origine monastica’, a residuo riconoscimento forse del suo arcaico prestigio, anche in tempi di medioevale cattolicesimo. Il  mercatum in plebe Sancti Cassiani, concesso da Ottone II al vescovo di Luni, costituì -secondo il Formentini- il ‘luogo stesso della futura città di Pontremoli’. "

E' l'incipit di una prossima pubblicazione che contiene tutte le più significative incisioni che l'Archeoclub d'Italia ALATE ha scoperto in questi anni di intensa attività di studio e di ricerca sul campo che sempre più mi coinvolge, quanto più cresce la condivisione e l'interesse di tanti, singole persone e istituzioni. 

Purtroppo la nostra stupenda Italia conserva ancora residui di quell'atteggiamento che la celebre M.me de Stael rimproverava..
Ma non sarà permesso, a qualche furbetto sempre fallimentare nell'annuncio di mirabilie che poi svaniscono nel nulla, di provare a ghermire a suo uso e consumo, facendo leva sulla strizzatina d'occhio a qualche potentello, i contenuti del nostro lavoro, cercando di appropriarsi dell'originalità e della proprietà intellettuale di mia spettanza, come autrice e studiosa, oltre che come Presidente dell'Archeoclub Apuo Ligure ALATE.

La sede nazionale dell'Archeoclub d'Italia sostiene e tutela la nostra attività, gli studiosi seri collaborano con noi.
Al momento tanto basta.

L'Archeoclub ALATE dà merito ad Ezia Di Capua di essere stata tra i primi a dare visibilità e spazio alla ns. Associazione e con piacere accoglie il suo contributo nella pubblicazione del prossimo Quaderno, sulle incisioni rupestri liguri e dell'Appennino Tosco Emiliano.  

Prof. Angelina Magnotta

Angelina Magnotta Presidente dell'Archeoclub d'Italia, sede Apuo Ligure dell'Appennino Tosco Emiliano. Ispettore onorario per l'Alta Lunigiana, collabora con le Soprintendenze Archeologiche della Toscana e dell'Emilia,  ha pubblicato sue scoperte di reperti importanti di storia locale,sull'Archivio Storico della Deputazione di Storia patria per le Province Parmensi. Pubblico  argomenti storici ed etno-antropologici, con il Centro Lunigianese di Studi Giuridici di Pontremoli, con il Centro Aullese di Studi Lunigianesi, con il Centro di Studi Romei di Firenze del quale è socia, in collaborazione col noto Prof. Renato Stopani, il più importante autore e studioso della Via Francigena etc. Ha pubblicato importanti studi sulla scoperta della viabilità arcaica e storica e su reperti storici relativi a borghi lunigianesi, quali: Cervara e il Passo del Borgallo, Guinadi, S.Lorenzo, Pracchiola, e a borghi emiliani quali: Valdena, Cirone, Bosco di Corniglio e Corniglio stessa, Fornovo di Taro. E' di questi ultimissimi giorni la pubblicazione del secondo volume del "Parco Lunigianese delle Incisioni Rupestri".
Scrive i libri: "Bartali e la Shoah Campione di ciclismo e umanità." Apre il Dossier Bartali a Yad Vashem, Gerusalemme, per il riconoscimento del Nostro come Giusto tra le Nazioni. In occasione della X tappa del Giro d'Italia, ha ottenuto il discorso della commemorazione ufficiale di Bartali (maggio 2014) nel Teatro Civico di Salsomaggiore, su invito del Comune e della Federazione Ciclistica Nazionale. Il discorso è entrato nella pubblicazione di un volume intitolato "Cento volte Bartali", cui hanno collaborato grandi nomi, oltretutto in confidenza con Bartali, come Sandrino Picchi, Sergio Zavoli, etc. di prossima presentazione a Firenze. Scrive e pubblica - “La spongata e lo Zelten tra Via Francigena e Via Teutonica" e -"Il Parco Lunigianese delle Incisioni Rupestri " e altri scritti


domenica 9 agosto 2015

CORO LIRICO LA SPEZIA: “UN CORO ALL'OPERA” SUCCESSO A - BRIN IN FESTA 2015 - e MONTEROSSO

Sala Culturale CarGià - Promozione Artistica 2015
Sezione - Concerti CORO LIRICO LA SPEZIA 


BRIN IN FESTA 2015 - LA SPEZIA
IL CORO LIRICO LA SPEZIA
Foto Archivio Di Capua
COMUNICATO STAMPA A CURA DI EZIA DI CAPUA

CORO LIRICO LA SPEZIA: “UN CORO ALL'OPERA” SUCCESSO A "BRIN IN FESTA 2015" e MONTEROSSO
Ancora successi per il Coro Lirico Spezia che ha conquistato completamente il pubblico di Monterosso nel concerto svolto venerdi 7 Agosto nell’oratorio di Santa Croce. Bella l’acustica dell’importante luogo ricco di valenza storica e di culto, bella e calorosa l’accoglienza degli abitanti. La pregiata e notevole  interpretazione dei brani operistici hanno reso l’evento importante tappa per a crescita e per il curriculum artistico del coro.
Stesso successo sabato 8 agosto alla Spezia, dove una Piazza Brin davvero in festa, ha accolto con interesse ed entusiasmo alle 21,30, il Coro Lirico La Spezia che, inserito nell’ambito della programmazione di “Piazza Brin in Festa 2015” evento patrocinato dal Comune della Spezia, si è esibito sul palco della storica Piazza Brin con un repertorio raffinatissimo tessuto sui più celebri brani d’opera.
Un pubblico folto e attento – afferma Ezia Di Capua curatore della promozione artistica -  ha applaudito intensamente i solisti, Gianni Tridente, Monica Faretra, Carmen Venturini, Valentina Marconi, Roberta Lodola, Claudio Cardinali e il Coro Lirico impeccabile e concentrato nonostante gli echi della città e l’alta temperatura che ha colpito in questi giorni il nostro paese. Ebbene, tanti e sinceri i complimenti dai cittadini spezzini che hanno goduto finalmente appieno la bellezza di Piazza Brin tra le note delle opere più belle, interpretate dal  Coro Lirico la Spezia, i cui obiettivi culturali affondano nell’idea di diffondere l’arte e la cultura nel nostro territorio, proprio attraverso la cultura classica dell’opera da sempre punto di forza per la nostra città e i suoi cittadini. Grande la soddisfazione del direttore del Coro e direttore del concerto Kentaro Kitaya  che si è esibito come tenore solista a fine spettacolo, su richiesta del pubblico, emozionando vivamente tutti i presenti che hanno donato un lungo e caloroso applauso.
Al pianoforte, per i due concerti, Miki Kitaya che per le  perfette e brillanti esecuzioni ha ricevuto applausi intensi e sostenuti. Soddisfazione anche alla giovane allieva Brunilda Ballasheni che nelle due occasioni  ha affiancato la pianista mostrandosi una volta pagine attenta e sicura.
Il Coro Lirico la Spezia, che ha ringraziato l’Amministrazione Comunale per essere stato inserito nel calendario eventi “Brin in Festa 2015”, è orgoglioso di aver fatto parte di questo progetto artistico, importante fonte di cultura condivisa con  persone di diversa nazionalità unite nella bellezza della musica operistica, linguaggio internazionale universale che unisce i popoli in amicizia e fratellanza.
Con il successo di questi due concerti, e con questo articolo si conclude per il Coro Lirico La Spezia la stagione artistica 2014-2015, pertanto mi permetto a nome del direttore di coro Kentaro Kitaya e di tutti i coristi, di ringraziare quanti hanno dato voce e reso visibili le attività del Coro Lirico La Spezia e quindi i nostri ringraziamenti  vivissimi vanno alle Redazioni de  La Nazione al Il Secolo XIX a tutti i quotidiani on line : La Gazzetta della Spezia, Città della Spezia, Cronoca 4, La Spezia oggi, e a Sala Culturale CarGià per la promozione artistica
Il Coro Lirico La Spezia che dal 2011 ha messo in scena: “La Traviata” di G. Verdi, “Suor Angelica” di G. Puccini, “Rigoletto” di G. Verdi, “La Bohème” di G. Puccini, “ Elisir d’Amore” di G.Donizetti e “Tosca” di G. Puccini rappresentate nei maggiori teatri della Liguria e della Toscana  e Lazio, ha ancora molti progetti da sviluppare e tutti  di forte spessore,  pertanto rende noto che già è pronto il programma  del nuovo calendario accademico che inizierà nel mese di settembre e che prevederà lo studio e la messa in scena di ben due opere.
Per iscrizioni e info : direttore K. Kitaya 34774211455 – E- mail ( saizar@tiscali.it )

Atti, cronaca, profili degli artisti, immagini e quanto necessario sarà inserito nel blog di Sala CarGià, contenitore, archivio e testimonianza storica dell’arte e della cultura in transito nel Golfo dei Poeti: http://salacargia.blogspot.it

Di seguito l’organico del Coro Lirico la Spezia
Soprano Primo: Ezia Di Capua, Monica Faretra, Valentina Marconi, Alessandra Candido, Carmen Venturini, Katia Murtas,  Antonella Mezzani, Gaetana Veneri, Marconi, Estaer Impinna  
Soprano Secondo:Luana Cossa,  Roberta Lodola, Sandra Picasso
Mezzo Soprano: Tiziana Biagini,  Laila Ciardelli, Federica Cecchi
Contralto: Alice Gozzi,  Sara Menini, Luminita Neagu, Alessandra Talese
Tenore Primo: Gianni Tridente , Salvatore Lauria, Renato Bruschi, Gioacchino Colasanto, 
Tenore Secondo:  Claudio Cardinali, Federico Favilli.
Baritono: Gennaro De Luca
Basso: Paolo Tonelli, Vincenzo Di Meo, Francesco Menghini, Alessandro Caroppo

....ancora grazie a tutti e a presto
Ezia Di Capua - Curatore


 CORO LIRICO LA SPEZIA
Oratorio Santa Croce - Monterosso
CORO LIRICO LA SPEZIA
Oratorio Santa Croce - Monterosso


COMUNICATI STAMPA A CURA DI EZIA DI CAPUA inoltrati ai quotidiani on line
clicca sul link per leggere
LA SPEZIA OGGI: http://www.laspeziaoggi.it/news/2015/08/successi-a-monterosso-e-in-piazza-brin-per-il-coro-lirico-spezia/
CITTA' DELLA SPEZIA: http://www.cittadellaspezia.com/La-Spezia/Cultura-e-Spettacolo/Il-Coro-lirico-La-Spezia-continua-a-188490.aspx
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...